Folies Meurtrières – Recensione

Folies Meurtrières - Recensione

Lo slasher francese di Antoine Pellissier. La recensione di Folies Meurtrières

Folies Meurtrières è uno film horror slasher francese del 1984 scritto e diretto da Antoine Pellissier (Maleficia). Nel cast troviamo Magali Bernard, Elisabeth Carou, Carole Chapus, Mireille Duruisseaud, Samya El Alaoui, Jean-Pierre Fonzes e Marie-Pierre Fosse. Uscito con Tetro Video è disponbiile nell’edizione Tetro Underground o Silvered Numered Edition.

NAQB merch

Un killer mascherato vaga prima spiando e poi ammazzando diverse giovani donne nei modi più assurdi e cruenti. Uccide per il piacere di farlo, o esiste una ragione che motiva questi terribili atti? Solo vedendo il film fino alla fine riuscirete ad avere una risposta.

Folies Meurtrières si presenta come un esercizio di stile, nel quale le immagini sembrano lì per essere ammirate come fotografie in un museo degli orrori, piuttosto che per raccontare una storia. La trama infatti sembra essere totalmente assente, vediamo solo un susseguirsi di scene dove una giovane ragazza viene prima “osservata” in modo inopportuno dalla telecamera che impersonifica in parte anche l’occhio del killer, e successivamente viene braccata e letteralmente squartata nei modi più criminosamente creativi. Le uccisioni sono “la creme” della pellicola: un cranio picconato, una ragazza sventrata con una motosega e una testa fracassata molto lentamente per mezzo di una morsa sono solo alcuni degli esempi. In quest’ultima vediamo una ripresa dal basso suggestiva della testa che viene stritolata e il sangue che “ci cola” addosso, o meglio lo fa sulla telecamera. 

Gli amanti dello splatter/gore non rimarranno a bocca asciutta. In questo contesto, risulteranno davvero singolari e forse involontariamente ironiche le apparizioni sistematiche di alcuni cadaveri, dove un uomo brutalmente assassinato si rianimerà per qualche istante al passaggio della vittima generando dei “grotteschi” jumpscare.

Quasi completamente “muto”, con urla, cantilene, effetti sonori e musiche retro distorte, (forse) usurate dal tempo, le Folies Meurtrièresad è uno slasher dal sapore voyeuristico che si presenta in formato 4:3 e con un montaggio videoclipposo. Un prodotto rudimentale, che mette in mostra anche inquadrature suggestive e rappresentazioni sceniche sofisticate che difficilmente troverete della stessa qualità in altri film slasher indipendenti, e che ricordano lo stile dei maestri dell’horror made in Italy anni 70′.

Folies Meurtrières è un reperto archeologico valorizzato e impreziosito dalla collana Tetro Underground che, con lo slipcase in stile “videocassetta vergine”, fa sembrare quest’opera quasi un filmato found footage. Un piccolo “tesoro” per gli amanti del cinema horror, indipendente e slasher, ritrovato e pubblicato per la prima volta in Italia dopo quasi quarant’anni dall’uscita. Un grandissimo plauso va a Tetro Video, che con operazioni come questa dimostra il suo grande amore per il cinema indipendente.

Titolo: Folies Meurtrières
Titolo originaleFolies Meurtrières
Regia: Antoine Pellissier
Attori: Magali Bernard, Elisabeth Carou, Carole Chapus, Mireille Duruisseaud, Samya El Alaoui, Jean-Pierre Fonzes, Marie-Pierre Fosse
Paese: Francia
Anno: 1984
Genere: Horror, slasher
Durata: 45 minuti