Grida dalla palude – Recensione

Grida dalla palude - Recensione
Grida dalla palude - Recensione

La macabra vendetta di Angela. La recensione psicologica di Grida dalla palude

Grida dalla palude è un lungometraggio horror diretto da Lorenzo Lepori, e scritto dal regista insieme ad Antonio Tentori e prodotto da Empire Video di Alex Visani e da DigitMovies Cinema. Nel cast troviamo Simona Vannelli, Lorenzo Lepori, Pio Bisanti e Antonio Tentori. La pellicola proiettata al Drag Me To Fest II è uscita in formato DVD con Digitmovies.

NAQB merch

Nel film, Angela, che ha perso marito e figlio in ospedale dopo un incidente stradale, cerca inutilmente giustizia nei confronti del medico che ha compiuto l’operazione fatale, il Dottor Max. La disperazione e l’ossessione conducono Angela a pedinare giorno dopo giorno il dottore: dietro la facciata anonima, l’uomo nasconde una vita parallela fatta di depravazioni e omicidi compiuti assieme ai colleghi Alan e Ivan.

Quando una persona subisce un danno molto grave, di solito si aggrappa al trauma provocatogli e vive in uno stato di sospensione, in cui c’è un forte legame col passato, che riempie presente e futuro di un desiderio di vendetta totalizzante. Nel film, Angela è sopraffatta dalle sue emozioni, e la rabbia che prova verso il Dottor Max – che sarebbe sana se espressa apertamente e riconosciuta da sé – muta nel risentimento di vederlo soffrire.

Se il desiderio di vendetta contro l’autore del danno subìto può essere parte di un processo funzionale a un distacco emotivo parziale dall’evento traumatico (per arrivare quantomeno a continuare a vivere la propria vita), l’ossessione di vendicarsi è invece una componente psicopatologica pervasiva e duratura. Questa, se non superata adeguatamente, porta a bloccare la propria vita anche per anni, finché il male ricevuto non rimarrà impunito.

Grida dalla palude - Recensione
Grida dalla palude – Recensione


Nel caso di Angela, questa ossessione ha un risvolto insolitamente positivo: la scoperta dei crimini e delle depravazioni del Dottor Max e dei suoi colleghi. Di solito, però, l’ossessione di vendetta, e la sua conseguente attuazione, non portano a nulla di buono. Sensi di colpa, rabbia e sensazione di aver sprecato il proprio tempo e le proprie energie, sono i sentimenti classici di una persona che ha attuato la propria vendetta, e che ha conseguentemente visto come la “legge del taglione” non porti a quella pace e soddisfazione da molto agognate. Infatti, come disse il filosofo inglese Francis Bacon, “L’uomo che coltiva per tutta la vita la propria vendetta mantiene le sue ferite sempre aperte, ferite che altrimenti potrebbero guarire.” E anche se non guarissero del tutto, rimarrebbero parti della propria storia, testimonianza di quello che si è passato e di come, nonostante tutto, si è riusciti ad andare avanti.

Titolo: Grida dalla palude
Titolo originale: Grida dalla palude
Regia: Lorenzo Lepori
Attori: Lorenzo Lepori, Simona Vannelli
Paese: Italia
Anno: 2022
Genere: Horror, rape & revenge
Durata: 72 minuti