I 5 peggiori film horror del 2017

Ecco i 5 peggiori film che sono usciti nelle sale cinematografiche nel 2017.

Il 2017 è stato un anno di grandi film ma anche di flop, di titoli attesi e aspettative deluse. Vediamo i 5 peggiori film horror del 2017

NAQB merch

5. AMITYVILLE: IL RISVEGLIO
Nel 1974 il giovane Ronald DeFeo Jr. uccide tutti i membri della sua famiglia. Condannato all’ergastolo, affermerà che sono state le voci nella casa a ordinarglielo. La dimora in questione è situata al 112 di Ocean Avenue, nella cittadina di Amityville (vi consiglio di farci un salto con Google Maps, se volete avere un brivido), e per questo massacro diventerà la più famosa e la più “cinematografata” al mondo. Sono infatti 18 i film dedicati alla strage: dal primo, girato nel lontano 1979, a quest’ultimo lavoro scritto e diretto da Franck Khalfoun. Da una vicenda che sembrava non avesse più nulla da dire, il regista francesce riesce ad articolare una sceneggiatura quantomeno originale, ben raccontata e spaventosa. Un film appena sufficiente che comunque non sarebbe potuto viaggiare da solo, senza l’aiuto del marchio Amityville alle spalle.

4. ANNABELLE 2: CREATION
Seguito e prequel di Annabelle, a sua volta spin-off della bellissima saga The Conjuring, narra la creazione della sanguinaria bambola Annabelle. Il fantoccio dal sorriso sardonico gelosamente custodito dalla coppia di demonologi Ed e Lorraine Warren non riesce a regalare più di qualche balzo sulla sedia, rimanendo un prodotto decisamente trascurabile.

3. BYE BYE MAN
Il film prende vita dal capitolo “The Bridge to Body Island”, del romanzo The President’s Vampire di Robert Damon Schneck. Una storia, a detta dello scrittore, personale e realmente accaduta. Ottimi presupposti per un lavoro che invece si trasforma in un film sull’ennesimo boogeyman dalle fattezze alla Slender Man e di cui non se ne sentiva il bisogno, calato dentro ad un plot di scarsa originalità dove tre studenti – nel corso di una seduta spiritica – risvegliano involontariamente la malvagia entità.

2. THE RING 3
Sono ormai lontanissimi i tempi delle atmosfere a la Verbinski (che, peraltro, è uscito proprio quest anno con il suo ultimo film – La cura del benessere – un vero e proprio capolavoro da recuperare immediatamente). The Ring 3, infatti, terzo capitolo di una saga che già aveva dato i primi segni di cedimento nel primo sequel, si rivela come l’occasione persa per descrivere le vicissitudini di Samara Morgan, il fantasma protagonista che nel 2003 era riuscita davvero a spaventarci, e non va ad aggiungere nulla al plot iniziale. Javier Gutiérrez – giovane regista spagnolo a cui è stato affidato l’arduo compito di dirigere il remake de Il Corvo – infatti, mette insieme un frullato di cliché orrorifici e stereotipi senza capo ne coda, dimenticandosi per strada anche (e soprattutto) il background su cui sia l’originale che il romanzo di Kōji Suzuki traeva linfa vitale: la maledizione dei VHS riprodotti.

1. JEEPERS CREEPERS 3
Ultimo posto per il terzo episodio di una delle trilogie più amate dal pubblico horror, uno dei titoli maggiormente attesi del 2017 e per questo quello su cui moltissime aspettative riposte sono rimaste deluse. Il demone alato creato dalla mente di Victor Salva ben sedici anni fa non fa più paura ed ha perso tutta l’atmosfera lurida e torrida che invece aveva caratterizzato i primi due capitoli, rendendolo uno dei mostri più terrificanti e popolari di sempre. Prodotto scritto male e girato al limite della parodia di se stesso, insomma, un flop da ogni punto di vista. Annunciato una probabile quarta parte, di cui ne scongiuriamo l’uscita: inutile sia per l’immagine dei primi due film che per il borsellino dei produttori.