L’incubo continua nel palazzo di via Rambla de Catalunya, 34. La recensione di Rec 2

Rec 2 è un film horror spagnolo del 2009 diretto da Jaume Balagueró e Paco Plaza, già registi del primo capitolo distribuito nel 2007. Nel cast troviamo ancora Manuela Velasco, Jonathan Mellor, Javier Botet, Oscar Sánchez Zafra, Ariel Casas, Alejandro Casaseca e Pablo Rosso. Il film è stato presentato fuori concorso alla 66ª Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia nel 2009 ed è arrivato insieme a Rec, in home video in formato Blu-ray in un’edizione da collezione con cover illustrata, booklet, ricca di contenuti extra.

NAQB merch

Una squadra G.E.O. (l’unità d’élite della polizia spagnola) insieme al dottor Owen, un funzionario del Ministero della Salute, entrano in missione nel palazzo di Barcellona messo in quarantena in seguito alla propagazione di un pericolosissimo virus (avvenimenti accaduti nel primo capitolo). L’obbiettivo è ottenere un campione di sangue degli infetti. Ma nel palazzo infestato da questi “mostri” entreranno in qualche maniera anche un pompiere e un gruppo di ragazzini curiosi e sprovveduti.

Rec 2 è stato concepito durante la promozione mondiale di Rec e lo scopo era fornire delle risposte alle sottotrame e ai misteri irrisolti lasciati dalla prima pellicola che erano spesso dibattuti dal pubblico. La storia riprende da dove era finito il capitolo precedente e vede protagonisti, invece della troupe televisiva, la G.E.O., un gruppo di soldati esperti, dei quali uno incaricato delle riprese video impersonato da Pablo Rosso, operatore e direttore della fotografia anche in questa pellicola. Qui, a differenza del primo Rec, i punti di vista per il pubblico saranno tre: l’operatore della G.E.O., la telecamera dei ragazzi che si intrufolano dalle fognature, e le riprese della telecamera professionale della troupe del primo Rec. Anche la trama è splittata e segue da una parte i soldati della G.E.O. e dall’altra gli stolti teenager, fino al punto in cui i due gruppi si incontreranno fondendosi in una linea narrativa univoca.

Rec 2 si presenta visivamente più sofisticato del precedente, con riprese più elaborate, maggiore varietà di inquadrature ed effetti visivi più ricchi. Anche in questo caso troviamo un’organizzazione delle riprese complessa e laboriosa. Gli attori che interpretano la SWAT spagnola ricoprono anche il ruolo di DOP e cameraman aggiunti, per via delle telecamere nei caschi, e delle luci che avevano in dotazione i militari, e questo li ha obbligati a doversi muovere con attenzione mentre recitavano per illuminare bene la scena. Anche la post-produzione ha avuto il suo bel daffare, con audio su più canali, perché ogni soldato è dotato di un suo microfono e nel film ci sono svariati cambi di audio. Infatti, quando l’immagine è la soggettiva del soldato abbiamo solo il canale audio del singolo personaggio, altrimenti torniamo a sentire l’audio del totale, un escamotage che dona molta immersione e realismo alla pellicola.

Tante le novità anche a livello di trama, sviluppo del plot e dell’ambientazione, vediamo infatti gli zombie avere “poteri” da posseduti, come camminare sul soffitto e rimanere immobilizzati quando vengono pronunciate preghiere di fronte a loro. Verrà anche spiegato meglio il mistero sulle possessioni e l’esperimento del Vaticano che ha causato questa catastrofica tragedia. Sul finale la visione notturna (già protagonista del primo capitolo) regala addirittura dimensioni alternative, rivelando arredi e oggetti diversi rispetto a ciò che vedremo senza il filtro attivato, come se la nostra realtà si sovrapponesse ad una realtà demoniaca sostitutiva, nella quale si nasconde la creatura da cui nasce tutto. Degne di nota le scene con il bambino indemoniato e l’adrenalinica fine del soldato che rimane chiuso in bagno, senza speranza, e assediato dagli infetti.

Rec 2 è un ottimo sequel, non gode dell’effetto sorpresa/novità che ha reso popolare e apprezzato il primo Rec, ma mantiene comunque alto il realismo e l’adrenalina, inoltre approfondisce un’idea originale e fin troppo sottovalutata, cioè quella di unire il genere zombie/infetti al tema delle possessioni.

Titolo: Rec 2
Titolo originale[•REC]²
Regia: Jaume Balagueró, Paco Plaza
Attori: Manuela Velasco, Jonathan Mellor, Javier Botet, Oscar Sánchez Zafra, Ariel Casas, Alejandro Casaseca, Pablo Rosso
Paese: Spagna
Anno: 2009
Genere: Horror, zombie movie, found footage
Durata: 85 minuti

ULTIMO VIDEO DEL CANALE YOUTUBE