The Sadness – Recensione

The Sadness - Recensione
The Sadness - Recensione

L’horror taiwanese sulle orme di Crossed. La recensione di The Sadness

The Sadness è un horror del 2021 famoso per essere il primo horror che tratta di un’epidemia durante l’emergenza Mondiale conosciuta come covid-19. L’opera prima di Rob Jabbaz, regista canadese sistematosi a Tawain per esprimere il proprio talento, ci mostra cosa accadrebbe in una enorme città, Taipei in questo caso, se un virus letale sulle prime molto simile a un comune raffreddore, riuscisse a propagarsi grazie all’incapacità delle autorità e del senso civico dei suoi abitanti in poche ore, riducendo i suddetti a pericolosi deviati sessuali dediti a dare sfogo, in gruppo o in solitaria, a tutte le loro indicibili e reconditi pulsioni.

NAQB merch

E ci troviamo con questo film Taiwanese con profonde eco del Crossed di G. Ennis, un’esplosione di violenza e turbe sessuali espresse in caleidoscopiche rossastre composizioni durante una storia d’amore fiacca come il peggiore dramma adolescenziale e un’urlata polemica contro i media e le istituzioni che non sanno gestire un’epidemia in scala nazionale minimizzando gli accaduti per il quieto vivere cittadino, cittadini che si burlano delle conseguenze catastrofiche trincerandosi dietro superstizioni, articoli no-vax pescati dalla sacra enciclopedia dei gruppi web e un sentimento anti medicina che farebbe impallidire… no, meglio non finire la frase.

Che messa così potrebbe far scadere la pellicola nelle posizioni dei film da recuperare, se già non lo si è fatto durante il 2021 in un periodo di lockdown e parecchie ore da occupare (tranne per chi si è dilettato nello smart-working), ma in realtà stiamo parlando di uno dei più divertenti e irreverenti film sulle epidemie prodotti appena dopo l’allarme covid-19 (di cui ancora non siamo riusciti a liberarci del tutto, nonostante una certa stampa, ah no, abbiamo detto che non dovevamo finire la frase) e con una serie di trovate, cinematograficamente parlando, divertenti ed eccessive in maniera genuina, roba che non capitava di trovare sott’occhio da parecchio tempo per noi amanti dell’unico genere che conta, genere spesso ridotto ad essere anemico perché va venduto a quanta più platea possibile.

Quindi, se riuscite a chiudere un’occhio su quella benedetta storia d’amore fra queste due anime in pena che faticano a trovarsi (peggio di quella di Cloverfield, ammettiamolo) e il pippone/spiegone finale, The Sadness va assolutamente recuperato nell’ottica del “buona la prima ora speriamo che con la prossima aggiustiamo il tiro” da parte del coraggioso canadese Rob Jabbaz e di percorrere le orme di Gareth Evans e dei fasti di The Raid (bei tempi quelli, bellissimi e irripetibili).

Un’ottima edizione italiana, come spesso accade, è quella pubblicata poco tempo addietro dalla Midnight Factory, sia in DVD che Blu-ray, con booklet e piena zeppa di extra interessanti e di chicche sul titolo.

Titolo: The Sadness
Titolo originale: Ku Bei
Regia: Rob Jabbaz
Attori: Ying-Ru Chen, Ralf Chiu, Wei-Hua Lan, Regina Lei, Tsai Chang-Hsien, Tzu-Chiang Wang, Berant Zhu
Paese: Taiwan
Anno: 2022
Genere: Horror, zombie Movie,
Durata: 99 minuti