Viaggio nell’incubo – Recensione

Viaggio nell’incubo (Coming Home in the Dark) - Recensione
Viaggio nell’incubo (Coming Home in the Dark) - Recensione

L’incubo corre lungo la strada. La recensione di Viaggio nell’incubo

Viaggio nell’incubo (titolo originale Coming Home in the Dark) è un film horror thriller diretto da James Ashcroft qui alle prese con il suo primo lungometraggio. Nel cast troviamo Matthias Luafutu, Miriama McDowell, Erik Thomson, Billy Paratene e Frankie Paratene. La pellicola neozelandese è stata presentata per la prima volta nel 2021 al Sundance Film Festival ed è stata distribuita successivamente in Italia dall’etichetta horror Midnight Factory (Plaion) in DVD e Blu-ray ed è disponibile anche in streaming sul loro canale su Prime Video

NAQB merch

Hoagie è un insegnante che decide di fare una gita fuori porta con la moglie e i due figli. Una volta raggiunto un posto tranquillo, la famiglia, accampata per un pic-nic, verrà raggiunta da due loschi figuri con cattive intenzioni che li trascinerà in un terribile incubo. Ciò che accadrà sarà sconvolgente e non accadrà per caso, infatti scopriremo che i mali del passato stanno per riversarsi sul presente. 

James Ashcroft (attore in Black Sheep) al suo esordio da regista se la cava discretamente, mettendo in scena una storia torbida e crudele che con un twist pazzesco ci catapulta in un incubo. La pellicola infatti parte bene, e ci sconvolgerà da subito con un evento inatteso e durissimo da digerire. Un accadimento  che però si rivela un’arma a doppio taglio, perché evidenzierà l’incapacità degli attori sicuramente non supportati dalla sceneggiatura, di rendere credibile quanto verrà messo in scena. Troppo leggera e non sense la reazione dei protagonisti sopravvissuti, sui quali peserà per quasi tutta la pellicole la responsabilità di tenere alta la tensione e l’interesse.

Il cosa spinge i “cattivi” a compiere azioni così irreparabili e rapire i protagonisti, è l’elemento trainante della trama, debole ma funzionale, che ci porterà al punto di scoprire nella fasi finali che gli aguzzini sono stati a loro volta vittime, e le vittime potrebbero essere state aguzzini. Il male del passato modifica il presente, trasforma questa storia in un “ Viaggio nell’incubo”, un buon prodotto indipendente con una buona ma piccola idea, che parte col botto ma non riesce ad introdurre sfumature e argomentazioni sufficienti a rendere la pellicola un’opera che lascia materiale su cui riflettere. 

Cinematograficamente il film di James Ashcroft è ben diretto, con una fredda fotografia che fa sembrare questo piccolo dramma parte di un mondo apocalittico dove tutto gira storto. Un Road movie, revenge movie, con con una strizzata d’occhio ad Un tranquillo weekend di Paura, non offre però molto di più, ma è un buon prodotto indipendente che si aggiunge alle tantissime e variegate proposte della Midnight Factory. 

Titolo: Viaggio nell’incubo
Titolo originale: Coming Home in the Dark
Regia: James Ashcroft
Attori: Matthias Luafutu, Miriama McDowell, Erik Thomson, Billy Paratene, Frankie Paratene
Paese: Nuova Zelanda
Anno: 2021
Genere: Horror, Thriller
Durata: 93 minuti